lunedì 31 maggio 2010

Genova sul New York Times

foto by jster

Amici, il famoso New York Times ha appena pubblicato un bel articolo su Genova. Dateci un'occhiata  - lo so e' in inglese - ma e' il New York Times dopo tutto no!!!!non siate pigri.
Mi sento proprio una straniera, la meta' dei posti consigliati sono a me sconosciuti!!!
Fatemi sapere se avete gia' visitato questi ristoranti e bar e cosa ne pensate.

domenica 30 maggio 2010

Vendesi....

Lage Mierdseweg - Esbeek, prezzo E675.000

siete mica alla ricerca di una casa per le vacanze??? durante uno dei miei soliti giri della domenica mattina mi sono trovata davanti a queste due bellissime casette, entrambe in vendita! Date un'occhiata qui alla bellissima costruzione nel verde di Esbeek, situata vicino ad un campo da golf. Cosa ne dite? ci potreste vivere?


Kasteel van Rethy - prezzo E3.500.000

Nel caso abbiate bisogno di un po' piu' di spazio, allora il Castello di Rethy, Dominio Du Four, fa al vostro caso. Costruito da un famoso architetto Belga negli anni 20' ha un esteso giardino e laghetto privato.

giovedì 27 maggio 2010

ma dove e' finita la nostra cara Maura?


Cari Amici,
Maura sta viaggiando in quel della bellissima India.
Aspettiamo le sue impressioni e foto appena rientra.

mercoledì 26 maggio 2010

un'idea brillante!


Pomeriggio piovoso e freddo - al lavoro solo grane e cose barbose - allora una visitina ad alcune delle mie riviste preferite on line potrebbe essere di aiuto. Detto Fatto! ecco un'idea semplice e a dir poco brillante.
Una piccola esposizione di fazzoletti scompagnati, uauuuu, chi ci aveva pensato! e cosi di effetto.....da provare!

lunedì 24 maggio 2010

Godersi la semplicita'


Allora diciamo subito che quando c'e' il sole tutto sembra piu' bello - non e' forse vero?
Poi passeggiare tranquillamente tra le stradine di questa cittadina di campagna, dove tutto e' cosi ordinato e ben tenuto, e' un modo di trovare pace con se stessi ed il  resto del mondo.
Questa mattina siamo venuti qui a bere un caffe', e la sottoscritta a curiosare tra i giardini privati dove gli alberi e le siepi sono tutti perfettamenti potati, giusta altezza, larghezza........


.....alcuni ricordi personali sui davanzali delle finestre



......una targa sulla porta di una casetta in legno


fiori e piante sempre presenti


benvenuti nella PERFETTA Olanda!

domenica 23 maggio 2010

Al torneo di Polo



Cari Amici di Blog,
mi vergogno quasi nel dirvi che qui e' dinuovo vacanza, nei mesi di aprile e maggio sono condensate cosi tane feste nazionali che mediamente si lavora solo due giorni alla settimana.
Lo so, siete gelosi?, be' forse vi fara' piacere sapere che domani e' l'ultima di queste feste, poi fino a Natale - si leggete bene - fino a Natale, non ci sara' piu' una festa o ponte che tenga!
Dato che il tempo e' fantastico - 25 gradi e sole caldissimo, ho colto l'occasione per visitare il torneo di Polo. La prima competizione internazionale della stagione si teneva nelle vicinanze della nostra citta', nel "giardino" se cosi si puo' dire di una residenza privata dal difficilissimo nome Eeckenrhoode.



Questi cavalli sono bellissimi, super trattati, con massaggi e protezioni particolari, ogni giocatore ha a disposizione quattro cavalli durante la gara, cosi i cavalli non si stancano troppo.

I team che partecipavano erano olandesi, argentini e dell'Uruguay.



La competizione viene chiamata Coppa Maxima, in onore della moglie del principe olandese pretendente al trono, la principessa si chiama appunto Maxima ed e'di origine argentina, lei risiede in Olanda e sono sposati gia' da dieci anni.




foto by Anna

mercoledì 19 maggio 2010

tempo di Farfalle


Cari amici di Blog,
appena esce il sole le prime farfalle della stagione compaiono in giardino.
Kristine di Beach Cottage Studio vende queste carinissime farfalle di carta colorate, si possono usare come segna libro, per ferma memo o come ghirlande da decorazione.
Un regalo primaverile!

lunedì 17 maggio 2010

Rientro in Olanda & Torta

cheescake di Nuray

La mia cara amica Nuray (Istanbul) e' rientrata in Olanda dopo svariati anni di vita all'estero.
La nostra amicizia e' fondata su molti interessi comuni, entrambe siamo degli spiriti creativi, amiamo il design, l'archittettura, e ci piace cucinare.
Sabato Nuray mi ha sorpreso con questa buonissima torta al formaggio e mascarpone, gli inglesi la chiamano cheescake, questa e' la versione di Nuray, da provare!!!

Ben Tornata cara amica.
::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Torta al formaggio e mascarpone di Nuray - cheescake

Preriscaldare il forno a 180gradi, ungere una teglia di 24 cm di diametro e foderarla di carta da forno
Per la Base:
biscotti digestivi 200gr
burro 100gr

Rompere i biscotti in briciole. Fondere il burro e mescolarlo con le briciole del biscotto in una ciotola. Pressare il composto dei biscotti e burro sul fondo della teglia per torta – mettere in forno e cuocere per 15 min. a180 gradi. In una ciotola mischiare 185gr Filadelfia, 350-400gr Mascorpone, 4 cucchiai di zucchero di canna, 3 cucchiai di farina, 2 uova + 1 bianco d'uovo ed 125ml doppia crema.
Se gradite aggiungere alcune gocce di estratto di vaniglia. Versare il tutto sulla base in biscotti della torta. Mettere in forno pre riscaldato a 180 gradi per 20min. Poi cuocere a 160 gradi per 50min. Appena la torta avra’ raggiunto un colore dorato spegnere il forno e lasciare raffreddare con lo sportello del forno aperto.
Una volta fredda mettere in frigo per 24 ore.

domenica 16 maggio 2010

mercoledì 12 maggio 2010

...per il lungo weekend

Wil Willemsen - Fietser - Sulle biciclette

Carissimi,
ci apprestiamo ad un lungo weekend, domani e venerdi e' vacanza qui nei Paesi Bassi.
Ecco una serie di link interessanti, dato che piove e fa freddo, perche' non starsene al calduccio, in casa e darsi a qualche progetto/lettura creativa:
*questo libro commissionato dalla famosa marca italiana TODS al fotografo Eliot Erwitt
*questa nuova rivista digitale, bellissimo lo styling di ogni pagina!
*una villa da visitare & da salvare
*i gioielli di Emma Cassi, un misto di merletti, stoffe e passamanerie
*Liberty, il famoso grande magazzino con sede a Londra, ha collaborato con il gruppo americano Target ad una nuova serie di prodotti super fiorati- Maura facci sapere come sono!!!
*ecco un progetto che vorrei attuare prima o poi! - questo libro di Jeannete Montgomery Barrow serve da ispirazione, come creare un ritratto delle nostre madri attraverso il loro guardaroba?
*.....in caso vi serva un bellissimo fiore da cerimonia in chiffon
*dei posts davvero rilassanti qui, da Mandarine
*ad ognuno il suo giardino
*cosa ve ne pare - bellissimo eh!!
*la nostra mostra tenutasi in quel di Milano alcune settimane fa, avete delle domande?

Invito

.....da non perdere!!!

lunedì 10 maggio 2010

Cuba - i negozi

tipico negozio dello Stato

Come sapete a Cuba non esiste la proprieta' privata. Questo significa che lo Stato e' l'unico proprietario, di conseguenza e' lo Stato che decide il tipo di merce che viene venduta nei negozi ed il fabbisogno di base di ogni cittadino. I cubani usano una moneta speciale, chiamata Pesos, mentre i turisti ne usano un'altra chiamata Peso Cubano Convertibile - CUC.

Lo stato provvede ogni abitante e famiglia di un carnet di prodotti per l'alimentazione di base mensili, tipo riso, olio, farina, ceci, caffe', carta igienica, sapone ecc. La popolazione si reca quindi in questi negozi dove riceve i prodotti varii ed il loro carnet viene provvisto di un timbro. Il latte e' un bene prezioso, dato che a Cuba le mucche scarseggiano. Il latte viene percio' concesso solo alle donne in gravidanza ed ai bambini fino ai 12 anni. Non si trovano olio di oliva, burro o derivati dal latte, quaderni e penne sono generi costosi perche' di importazione.

esempio di prodotti di base per l'alimentazione e le loro quantita'

Queste razioni costano pochi centesimi di Euro, si puo' quindi concludere che l'alimentazione costa pochissimo. Certo beni tipo la cioccolata, dolci, carne, prosciutti ed altre prelibatezze sono considerati di "lusso". Se un cubano vuole acquistarli deve pagarli in CUC, la moneta usata dai turisti, i prezzi di questi beni sono MOLTO alti, per esempio una tavoletta di cioccolata si aggirava sui 5-6 Euro, ed e' difficile trovarli.

antica farmacia in Havana


Il servizio sanitario e' gratuito, queste farmacie sono sempre aperte e si trova sempre un dottore competente. Le farmacie hanno inoltre anche una produzione di creme artigianali, per esempio comprai una crema idratante all'aloe vera, prodotto che si estrae da una pianta grassa che si trova facilemente su quest'isola.

Nel centro di Havana trovai questo simpatico omino, all'interno del suo negozio vendeva acqua di sorgente.
Una fonte di acqua pura passa sotto il suo negozio e lui si e' quindi specializzato nella vendita di bicchieri di acqua di sorgente. Il negozio e l'omino sono attivi da circa 40 anni.



Ecco un esempio di privatizzazione. Il governo cubano sta cercando di migliorare la situazione economica  e di incentivare la popolazione al commercio consentendo ai parucchieri di diventare padroni dei saloni che avevano in gestione dallo Stato


La popolazione cubana tiene molto all'aspetto esteriore. Sia le donne che gli uomini sono sempre molto curati, anche se il sapone ed i beni di lusso tipo creme, profumi e prodotti per il trucco femminile sono introvabili.


I negozi per i generi di vestiario sono pochi, questo e'uno dei loro "grandi magazzini". Nonostante l'imbarco i capi di abbigliamento sono moderni, certo non si trovano marche o capi firmati, ma jeans e articoli estivi.
I tacchi sono sempre alti - ho visto donne con dei sandali e tacchi a stiletto in paesini nella foresta tropicale. Non so dove abbiamo trovato i sandali, forse era gente che aveva viaggiato in Ecuador o in Venezuela, paesi dove i cubani possono viaggiare senza visa. Molti generi vengono anche spediti o portati da chi ha familiari all'estero.


Come forse avrete capito da questo blog, io sono una persona molto "visuale" vale a dire che la presentazione per me conta quasi piu' del contenuto. Questo negozio, nella bella cittadina di Santo Spiritus mi aveva particolarmente colpito. Notate come la merce, seppur semplice - si tratta di container di plastica, qualche quaderno, pezzi di ricambio per l'automobile ecc. - sia ben esposta, appilata per colore e ordinata.
Il negozio era vecchio e gli scaffali di legno consumato, ma il tutto dava comunque un'impressione di ordine e precisione.

bottiglie di sapone liquido - prezzo 8 pesos


Una nota particolare merita questo cartello pubblicitario che recita: " Roba riciclata di prima qualita'". Notate lo stile della grafica. In tutta Cuba non si trova pubblicita' e non si trovano stampe al computer. Ogni scritta e' dipinta a mano con questi caratteri semplici un po' anni 50'.  Per chi si occupa di grafica e' come fare un salto indietro nel tempo.

In conclusione la popolazione locale non guarda il turista con gelosia, sono fieri del loro aspetto e caratteristiche fisiche. La mancanza di negozi mi era sembrata all'inizio una cosa pesante da sopportare, come se mancasse la possibilita' di fare una scelta commerciale. Alla fine della mia permanenza sul suolo cubano l'ho trovata una liberazione. Nella notra societa' abbiamo il problema inverso, abbiamo cosi tante opzioni da non riuscire piu' a scegliere.

mercoledì 5 maggio 2010

Cuba - la gente


Cari amici,
la gente di Cuba e' una delle piu' socievoli ed amichevoli che abbia mai incontrato.
Grazie al bel tempo quasi costante ed alla temperatura sempre calda, nonche' alla NON esistenza di internet, la gente apre le porte di casa e la strada diventa il loro salotto.

I primi abitanti di questa isola furono degli indiani arrivati da alcune isole vicine. Questi caratteri si trovano ancora nella popolazione, assieme ai caratteri africani, dato che al tempo delle colonie spagnole l'isola fungeva da porto di imbarco ed sbarco merci per l'Europa. Si trovano quindi tutti i tipi di fisionomie ed incroci, compreso i cinesi che vi emigrarono nel 1847 per lavorare nelle piantagioni.

                                          
I bambini giocano in strada, i vecchietti si fumano un sigaro, le donne si mettono a parlare con i turisti,


c'e' chi fa una siesta pomeridiana

foto by Anna
e chi gioca a domino, una delle passioni dei cubani. Immaginate quindi una comunita' multiraziale che funziona. E' un po' come essere nella piazza di un paese dove tutti si conoscono e sono amici.
Questa liberta' ed informalita' e' inesistente nelle nostre citta', qui da me non si vedono mai bambini giocare fuori, nessuno si ferma piu' a parlare per strada, abbiamo sempre troppa fretta........peccato non trovate!